Youtube lento, già su Chrome la soluzione Google: ecco il VP9

Google ha quasi finito di aggiornare la sua tecnologia video VP9 e vuole che il mondo lo utilizzi.
Durante la conferenza di Mercoledì, dipendenti dell’azienda hanno spiegato che la tecnologia royalty-free e open-source è un’alternativa di qualità superiore rispetto al codec video dominante di oggi, l’H.264. Passare al formato VP9 – disponibile ora in fase di test su Chrome e YouTube – farà risparmiare i costi di banda.Soluzione youtube lento per google chrome
“Se si adotta il VP9 si avranno enormi vantaggi rispetto a chiunque altro stia usando i video codec H.264 o VP8” ha detto l’ingegnere VP9 Ronald Bultje in un discorso alla conferenza degli sviluppatori di Google. “Si può risparmiare circa il 50 per cento della larghezza di banda per la codifica del video con il VP9 rispetto all’H.264.”
L’implementazione VP9 sarà finalizzata il 17 giugno, ma gli sviluppatori possono utilizzarla già oggi abilitandola attraverso le opzioni di Chrome all’indirizzo “about: flags” e visitando il canale video VP9 di YouTube.
Dimezzare l’utilizzo della rete è un grande incentivo ad adottare VP9, tuttavia ci sono molti problemi a cui bisognerà porre rimedio.

Un problema è che Google si sta muovendo molto velocemente. Software come i browser Web sul PC possono essere aggiornati rapidamente, ma il lavoro più difficile e più lento è costruire il supporto hardware di telefoni cellulari in grado di decodificare il video senza diminuire enormemente la durata della batteria. L’industria ha iniziato a malapena a far fronte al predecessore del VP9, il VP8, che è stato sul mercato per tre anni.

Un altro grande problema è che il VP9 non è in competizione solo contro l’H.264, un codec che è circa di un decennio fa. Si deve anche fare i conti con HEVC, o H.265, uno standard che è ora completo e che ha il potenziale di diffondersi quanto l’H.264.
Proprio come il VP9 raddoppia la qualità dell’immagine rispetto il VP8 per un dato numero di bit al secondo (il bit rate) l’H.265 raddoppia la qualità dell’H.264. Bultje ha detto che la qualità delle immagini H.265 sorpassa VP9 di circa l’1 per cento complessivo, anche se c’è molta variabilità tra un video e l’altro, sulla base di test effettuati da Google fino ad ora.
Ma c’è un altro grande fattore da considerare per il VP9: nessun pagamento di royalty. Il codec VP9 è libero di utilizzare, a differenza dell’H.264.
MPEG LA, organizzazione responsabile dei brevetti per il codec HEVC/H.265, dice che il codec VP8 viola 12 brevetti, di questi 12 Google ne ha già discolpati 11. Non è ancora chiaro se nuove accuse di violazione di brevetti potrebbero emergere contro tecniche usate nel VP9.
Google ha un forte interesse personale nei codec VP8 e VP9: YouTube. Il taglio dell’utilizzo della banda consentirebbe di risparmiare molto denaro a Google ed è una delle motivazioni per l’acquisizione di On2 Technologies (sviluppatori VP8) per 123 milioni di dollari.
La gente guarda più di 4 miliardi di video su YouTube ogni giorno e la società trasmette oltre 6 miliardi di ore di video ogni mese.
“Con un codec buono come VP9, saremo in grado di aumentare notevolmente la dimensione di Internet”, ha detto Matt Frost, “Saremo in grado di aumentare notevolmente la velocità di Internet.”
VP8 è al centro di una tecnologia video chiamata WebM che Google ha presentato tre anni fa al Google I/O.
VP9 e un codec audio chiamato Opus saranno entrambi incorporati in WebM.
Una volta che Google finirà la specifica bitstream del VP9 nel mese di giugno, sposterà la sua attenzione alla ottimizzazione delle prestazioni, come ad esempio software che velocizza la codifica e decodifica video.
Secondo le previsioni di Frost
Google prevede anche di lavorare sui miglioramenti per l’utilizzo VP9 in applicazioni per videoconferenze che sono sensibili ai ritardi e il supporto hardware dovrebbe venire prima, probabilmente il terzo trimestre, quando Google pubblicherà le schematiche che permettono ai produttori di chip di costruire i processori gratuitamente.
E alla fine, VP9 diventerà anch’esso obsoleto. “Dovremo cambiare per il VP10 e successivi”, ha detto Frost.

 

Articolo originale su http://news.cnet.com/8301-1023_3-57584706-93/google-urges-fast-adoption-of-vp9-video-compression/

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web