Produrre idrogeno dai rifiuti oggi si può!

Una ricerca svedese ha dimostrato che è possibile produrre idrogeno (nuova energia pulita tra le fonti rinnovabili di nuova sperimentazione) direttamente dalle ceneri dei rifiuti. Non è la prima fonte che parte dai rifiuti (basta pensare agli impianti a biomasse). Come funziona la produzione di idrogeno e come viene poi utilizzata?

Come ben sapete, i rifiuti vengono trasformati in cenere. La cenere può essere tranquillizzata da una centrale termica come materia prima per produrre idrogeno.

Idrogeno dai rifiuti fontii rinnovabili

La cenere viene anche utilizzata per raccogliere l’idrogeno: in questo modo, il gas può essere facilmente stoccato e distribuito nella rete, in maniera analoga a quello che si fa oggi con il metano.

In questo modo, questa (tra le più costose tra le fonti rinnovabili) diventa una energia pulita più accessibile, che è in grado di produrre 56 Gigawattora all’anno e che elimina il fenomeno delle discariche di rifiuti ammassati vicino ai centri urbani.

C’è di più: non solo eviteremmo, secondo i ricercatori, di creare nuove discariche di cenere, ma smaltiremmo in tempi brevi e abbattendo i costi le ceneri di rifiuti che restano abbandonate e disperse nell’ambiente ormai da anni.

Il dimezzamento dei costi dovuti per la produzione di idrogeno porterebbe un notevole impulso per l’energia pulita e stimolerebbe anche le aziende italiane a sfruttare questa possibilità, nonostante gli aiuti dallo Stato tardino ad arrivare.

Attualmente l‘idrogeno è stato utilizzato per prototipi di auto e di impianti per la produzione di energia elettrica e pulita: speriamo in nuovi utilizzi grazie a questa scoperta scientifica.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web