Presto avremo un gemello digitale

Entro cinque anni potremmo avere un “gemello digitale” in grado di prendere decisioni per noi e anche interagire con i nostri cari dopo la morte, dice John Smart, un futurista e fondatore della Acceleration Studies Foundation, che teorizza come i progressi della scienza del computer permetteranno presto di avere versioni di noi stessi simulate su computer per agire come nostri agenti alter-ego: riempire automaticamente i moduli, pianificare appuntamenti ecc.
Un giorno, questi gemelli digitali potrebbero anche sostenere conversazioni e avere facce che imitano le emozioni umane.
“Diventeranno sempre più simili a noi e le estensioni di noi stessi,” Smart racconta a Business Insider.
Per raggiungere il suo pieno potenziale la tecnologia del gemello digitale ha bisogno di interfacce di conversazione e mappe semantiche migliori. Ma siamo già ad un buon inizio con software come Siri di Apple, Cortana di Microsoft e il chatterbot “Eugene Goostman” che di recente ha “superato” il test di Turing.

Cortana, l'assistente personale che ogni uomo vorrebbe fornita da Microsoft su Windows Phone
Microsoft ha fatto un ottimo lavoro nel pubblicizzare Cortana come segretaria personale dei suoi utenti (maschili) su Windows Phone

Un giorno, i gemelli digitali potranno avvalersi della nostre scritture, e-mail, dati dello smartphone e il feedback verbale per formulare un resoconto dettagliato dei nostri interessi e valori individuali nel corso del tempo.
“Siamo diretti verso la creazione di un mondo in cui si sente di avere questo alter-ego che sostiene i vostri valori,” dice.
“Quando moriremo, i nostri figli non andranno alle nostre tombe, accenderanno i nostri gemelli digitali e parleranno con loro.”

Ovviamente il futuro resta incerto e la previsione di Smart sembra troppo ottimistica nei tempi, non ci sembra molto probabile che in soli 5 anni si arrivi ad avere una copia esatta della nostra personalità su disco, tanto meno che sia già così affidabile da permettergli di fare le nostre veci nella compilazione di documenti importanti, per non parlare della sostituzione dopo la morte.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web