In Portogallo il 70% dell’energia è pulita

Il Portogallo è riuscito a produrre con le fonti rinnovabili il 70% del proprio fabbisogno, mantenendo una scommessa fatta l’anno scorso con i partner europei.

I dati in un anno sono impressionanti: solo per l’energia idroelettrica, si parla di una produzione superiore del 312% rispetto all’anno precedente! Uno sviluppo possibile grazie alla nuova sensibilità del Paese, che ha saputo sfruttare le fonti rinnovabili principali del territorio, ovvero l’eolico e l’idroelettrico.
portogallo energia pulita
Anche questo registra un +36% rispetto allo scorso anno, garantendo al Portogallo un vero primato. Questa novità ha portato a un calo del costo dell’energia per le piccole e medie imprese sparse sul territorio portoghese. Com’è possibile?

Il Portogallo vive questa nuova stagione grazie alla nuova sensibilità che caratterizza anche i cittadini portoghesi. Infatti, anche i consumi per il carburante si sono ridotti del 6%, in favore delle fonti rinnovabili e dell’energia pulita.

Il Paese europeo non dà notizie inedite: due anni fa era riuscito a coprire il suo intero fabbisogno con le fonti rinnovabili per poco tempo, ma la notizia fa scalpore perché solo oggi si riesce a vedere un Paese europeo che mantiene il dato per tre mesi di fila.

Un esempio da imitare, perché il 70% di energia pulita auto-prodotta significa un risparmio netto sul costo dell’energia e uno sviluppo dell’innovazione tecnologica e della ricerca… In sintesi, nuovi posti di lavoro per i geni portoghesi.

Una rivoluzione investe l’Europa e che non mancherà di portare vantaggi anche da noi quando le acque si saranno calmate e quando daremo finalmente spazio ai ricercatori.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web