Pioniere delle batterie agli ioni di litio presenta la nuova batteria che è tre volte meglio

A 94 anni di età John Goodenough, uno dei co-inventori della batteria agli ioni di litio che troviamo ovunque, dai cellulari alle Tesla, ha messo a punto una nuova batteria a stato solido che promette di mantenere tre volte più energia. Goodenough e la sua squadra dicono che la nuova batteria, che sostituisce un elettrolita liquido con il vetro, si carica velocemente, non esplode, ed funziona bene a basse temperature che paralizzano le batterie odierne.

La batteria è ancora nelle prime fasi di sviluppo, con un recente documento che la descrive pubblicato sulla rivista Energy & Environmental Science. Questa fase di ricerca merita di essere valutata con cautela, dal momento che la maggior parte delle nuove idee di batterie “rivoluzionarie” negli ultimi anni si sono rivelate essere poco pratiche per produrle o non idonee per il mondo reale.

Ma Goodenough, anche a 94 anni, merita credito. Nel 1980, ha aperto la strada al catodo di ossido di cobalto che costituisce il cuore delle batterie agli ioni di litio. Questa batteria è diventata la spina dorsale della rivoluzione dell’elettronica mobile, con molti che chiamano il suo impatto grande come quello dei transistor.

Ma la batteria al litio sta chiaramente raggiungendo i limiti della sua potenzialità. La più grande prova può essere l’ondata di esplosioni che oggi affliggono i produttori di smartphone, in parte causati dalla tendenza a crescere dendriti, filamenti metallici che possono causare cortocircuiti. La squadra di Goodenough dice che l’uso del vetro invece del liquido come un elettrolita elimina questa possibilità.

L’altro grande vantaggio dell’idea di Goodenough è che si sostituisce il litio con sodio come materiale chiave. Anche se il litio non è particolarmente raro, è sicuramente più difficile da trovare rispetto al sodio, che può essere estratto dall’acqua di mare. Così la nuova batteria potrebbe essere più conveniente da creare rispetto alle batterie odierne.

Anche se l’idea di Goodenough si rivela pratica e scalabile, ci vorrà molto tempo prima che vada effettivamente in produzione. Per avere un riferimento storico, le batterie al litio non sono state commercializzate per più di un decennio dopo essere state inventate.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web