Negata la libertà a Kim Dotcom

Da quasi due settimane, Megavideo e Megaupload sono stati chiusi dall’FBI, e inoltre sono finiti in manette il proprietario e i suoi soci. Qualche giorno fa però, i soci di Kim Dotcom sono stati liberati su cauzione in quanto non c’è pericolo di fuga, ma non è stata la stessa cosa per Kim. Un tribunale neozelandese infatti, ha respinto la richiesta di libertà su cauzione per Dotcom, fondatore del sito. Secondo quanto detto dai giudici, l’uomo potrebbe fuggire, essendo accusato di violazioni del copyright per 175 milioni di dollari. Kim dovrà rimanere in carcere fino al 22 febbraio, giorno dell’udienza.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web