Microsoft Flexsense: un nuovo sistema di input digitale

Quando Microsoft incoraggia i suoi ingegneri a pensare fuori dagli schemi, i risultati non sono sempre vicoli ciechi come il Kin. In realtà, la divisione di ricerca della società sta ora mostrando una straordinaria pellicola trasparente sottile chiamata FlexSense in grado di rilevare le deformazioni e che ci permette di interagire con tablet e e-Reader in modi nuovi e affascinanti.

Basandosi sui sottili sensori stampati direttamente sulla superficie della plastica, la forma, il movimento e la deformazione del film possono essere rilevati e tradotti dal software senza la necessità di telecamere o qualsiasi tipo di monitoraggio esterno.

I ricercatori di Microsoft prevedono che il film FlexSense possa essere utilizzato insieme ad applicazioni già esistenti per i nuovi metodi di interazione. Ad esempio, quando si effettua il foto-ritocco su un tablet, sollevando il film potrebbe rimuovere automaticamente gli effetti di un filtro, rivelando l’immagine originale. E per l’animazione disegnata a mano il film potrebbe essere usato come una versione digitale della buccia di cipolla, permettendo ad un animatore di tracciare un’immagine sottostante, e spostarsi facilmente avanti e indietro tra i fotogrammi. Essa ha anche il potenziale per far percepire gli e-books più come tomi stampati tradizionali, lasciando che i lettori sfoglino le pagine fisicamente avanti e indietro, rendendo la transizione dalla stampa al digitale un po’ meno stridente.

Non è chiaro quanto tempo passerà fino a quando potremo effettivamente vederlo nei prodotti sul mercato, ma il fatto che esiste e funziona è terribilmente eccitante di per sé.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web