Li-fi: 100 volte più veloce del wi-fi

Una nuova tecnologia per fornire i dati, che utilizza lo spettro visibile anziché le onde radio, è stato testato in un ufficio lavorativo.
Li-fi è in grado di fornire trasferimento dati 100 volte più velocemente del tradizionale wi-fi, offrendo velocità fino a 1 Gbps (gigabit al secondo).

li-fi_lightbulb
Richiede una sorgente di luce, come ad esempio una lampadina a LED, una connessione ad internet e un rilevatore fotografico.
E’ stato testato questa settimana dalla start-up Velmenni, a Tallinn, Estonia.
Velmenni ha usato una lampadina li-fi per trasmettere dati a una velocità di 1 Gbps. I test di laboratorio hanno dimostrato velocità teoriche fino a 224 Gbps.
E’ stato testato in un ufficio, per consentire ai lavoratori di accedere a Internet e in uno spazio industriale, dove ha fornito una soluzione di illuminazione intelligente.
Parlando al Times International Business, l’amministratore delegato Deepak Solanki ha detto che la tecnologia potrebbe raggiungere i consumatori “entro tre o quattro anni”.
Il termine Li-Fi è stato coniato dal prof Harald Haas presso l’Università di Edimburgo, che ha dimostrato la tecnologia alla conferenza Ted (Technology, Entertainment and Design) nel 2011.
Il suo discorso, che ora è stato visto quasi due milioni di volte, ha mostrato una lampada a LED fare lo streaming di un video.
Prof Haas ha descritto un futuro in cui miliardi di lampadine potrebbero diventare hotspot wireless.
Uno dei grandi vantaggi di Li-Fi è il fatto che, a differenza del wi-fi, non interferisce con altri segnali radio, quindi potrebbe essere utilizzata sugli aerei e negli altri luoghi in cui l’interferenza è un problema.
Mentre lo spettro di onde radio scarseggia, lo spettro della luce visibile è 10.000 volte più grande, il che significa che è improbabile che si esaurisca presto.
Ma la tecnologia ha anche i suoi svantaggi – in particolare il fatto che non può essere distribuita all’aperto in luce diretta del sole, perché interferirebbe con il segnale.
Né può la tecnologia viaggiare attraverso i muri quindi l’uso iniziale è probabile che sarà limitato ai luoghi in cui può essere utilizzata per integrare reti wi-fi, come ad esempio in zone o luoghi urbani congestionati o in cui il wi-fi non è sicuro, come gli ospedali.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web