Le nuove celle solari fotovoltaiche a basso costo

natcore-technologyGli scienziati che lavorano nel Centro Ricerca & Sviluppo di Natcore Technology Inc. hanno sviluppato una nuova struttura a celle solari in grado di semplificare il processo di produzione, di ridurre notevolmente i costi, e di accelerare il percorso verso le ultra-celle ad alta efficienza.
È importante sottolineare che la nuova struttura cellulare ha la possibilità di eliminare completamente l’argento, altamente costoso, dalle celle solari al silicio prodotto in massa – un risultato che è stato un obiettivo di lunga data dellla tecnolgia solare.

La nuova cella fotovoltaica di Natcore è un avanzamento della struttura SHJ che altri ricercatori hanno utilizzato per realizzare le celle fotovoltaiche al silicio con efficenza da record mondiale.

Questa nuova versione offre diversi vantaggi rispetto alle celle SHJ precedenti:

La nuova struttura può consentire l’eliminazione completa dell’argento dalla cella fotovoltaica.
Con l’argento che contribuisce a circa il 30% del costo di produzione di una cella fotovoltaica, solo questo risultato è sufficente per abbattere i costi di produzione.
Le tecniche di lavorazione laser di Natcore Inc. consentono di semplificare ulteriormente il processo di produzione, proiettando un costo per watt di gran lunga inferiore a qualsiasi cella fotovoltaica ad oggi disponibile.
La nuova struttura apre le porte ad ulteriori risparmi sui costi e alla semplificazione della produzione attraverso un nuovo approccio all’imballaggio che Natcore sta portando avanti come parte del suo programma di sviluppo.

Parallelamente ai suoi sforzi di commercializzazione, Natcore continuerà a perfezionare e migliorare le sue celle fotovoltaiche SHJ presso i propri laboratori e sfrutterà anche le sue relazioni con i principali laboratori indipendenti per migliorare la propria tecnologia.

Nuova cella di Natcore è una struttura eterogiunzione all-back-contact con sottili strati di silicio amorfo, in combinazione con un wafer di silicio cristallino solare standard. La cella potrebbe utilizzare un approccio confezionamento romanzo in cui un circuito flessibile è direttamente legato alle più piccole, piazzole di contatto per fusione laser ad alta velocità.

Questo approccio integrato ha due grandi vantaggi. Primo, elimina contatti superficie frontale, che sono costosi e bloccano luce in entrata. In secondo luogo, la confezione cellula-modulo può essere realizzato a basso costo, bonding allineamento tollerante.

“Mentre stiamo completando la procedura dei brevetti, siamo riluttanti a dare maggiori dettagli sul nuovo assetto”, ha detto il dottor David Levy, direttore della ricerca e tecnologia a Natcore. “Tutti i nostri test fino ad oggi dimostrano che siamo sulla strada ottimale verso efficienza molto alta con soluzioni produttive che sono a basso costo e non necessitano di apparecchiature complesse.”

“Le celle solari fotovoltaiche sono in giro praticamente da 60 anni”, afferma Dr Charlie Gay, ex direttore del National Renewable Energy Lab (NREL) e membro della Science Advisory Board di Natcore. “Ma gli scienziati di Natcore hanno preso un sacco di pezzi noti e li hanno assemblati in modi nuovi e diversi. Hanno preso i concetti di base e li hanno resi fabbricabili utilizzando materiali a basso costo e semplificando i metodi di produzione.”

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web