Hulu e MSN ci spiano?

Sappiamo come quando visitiamo dei siti web lasciamo delle tracce chiamate cookie. Tali file costituiscono una sorta di impronte digitali, da cui si può ricavare la nostra identità.  Molti usano i proxy, altri abilitano delle funzionalità che fa cancellare tutti i cookies al proprio browser in maniera automatica. Eppure, secondo il Wall Street Journal, molte società, tra cui Hulu e MSN utilizzano dei supercookies, particolari tecnologie non cancellabili dagli utenti e in grado quindi di identificare chiunque visiti i loro siti. Non solo: i supercookies monitorano tutte le nostre mosse sulla rete e sopratutto quali tipi di ricerche facciamo, svelando i nostri gusti. Un’arma perfetta quindi per il marketing, sopratutto in un mondo dove la pubblicità digitale vale miliardi di dollari.

A scoprire il tutto sono stati due ricercatori dell’Università di Berkley e Standford. Le società contattate dai ricercatori si sono giustificate asserendo di non essere a conoscenza della vera funzionalità dei supercookies, e di averli disabilitati una volta messi al corrente dello spiacevole fatto.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web