Energia pulita dal formaggio: succede in Francia

I francesi stanno elegantemente affrontando i rifiuti alimentari con una nuova suggestiva centrale elettrica, sulle Alpi, che converte gli scarti di produzione del formaggio in energia elettrica. Situata nel caratteristico centro alpino di Albertville, l’impianto utilizzerà un liquido prodotto durante il processo di caseificazione che spesso finisce nella spazzatura per alimentare dei reattori a biogas. Il gas risultante sarà sufficiente ad alimentare una comunità di circa 1.500 persone.

biogas-formaggio

E questa non è una tecnologia oscura. Si stima che fino a un milione di digestori (che è il nome dei contenitori di biogas vengono chiamati) sparsi in tutto il mondo sono attualmente impegnati nella produzione sostenibile di energia pulita. La produzione di biogas è stata proposta per tutto: da un modo sostenibile per alimentare le abitazioni in via di sviluppo ad una soluzione per lo smaltimento delle 12 tonnellate di cacca prodotte dai campi base sul monte Everest ogni anno.

I batteri mangia rifiuti che vivono all’interno dei digestori di biogas non discriminano quando si tratta di materia organica. Faranno felicemente scorpacciate di feci o formaggio francese – è lo stesso per loro. La bellezza del loro ciclo di vita, tuttavia, è che, oltre a sbarazzarsi di materiale indesiderato, producono metano, che è il componente principale del gas naturale e un sottoprodotto dei batteri. Una volta che il metano si mescola con l’anidride carbonica si chiama biogas, e può essere utilizzato per la cottura, il riscaldamento, l’illuminazione e altro. Oppure può essere trasformato in energia elettrica. Nel frattempo, gli avanzi solidi dei batteri fanno la felicità degli agricoltori in quanto possono essere utilizzati come fertilizzante di alta qualità.

Nel caso francese, il biogas prodotto dal formaggio genererà energia elettrica per circa 2,8 milioni di chilowattora all’anno. E stiamo quasi sorpresi che il numero non sia più alto, considerando la Francia produce fino a 500 varietà di formaggi, il che significa che l’energia del formaggio è potenzialmente in Francia come l’energia termica è in Islanda. Questa non è la prima volta che qualcuno ha avuto la brillante idea di trasformare il siero di latte in energia elettrica, ma sarà uno dei più grandi di tali imprese e guidato da una società chiamata VALBIO. Esistono già 20 centrali più piccole a base di formaggio in tutta Europa e in Canada, mentre altre sono previste per Australia, Brasile e Uruguay.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web