Dopo dieci anni di successi, Sony Ericsson si scinde

Dopo dieci anni, la compagnia di apparecchiature per le telecomunicazioni svedese Ericsson annuncia che venderà a Sony, la famosa e gandissima azienda di elettronica giapponese, la sua quota del 50% nella loro unione in “Sony Ericsson”, per una somma di 1,05 miliardi di dollari. A riguardo, Sony si esprime con ottimismo, in quanto potrà tornare ad essere competitiva sul mercato, migliorando la propria strategia four-screen, che comprende televisori, telefoni cellulari, tablet e laptop. Da giorni si parlava di alcuni problemi, ma solo la notte tra mercoledì 26 e giovedì 27 ottobre se n’è avuta conferma. Gli screzi hanno dunque avuto la meglio sugli straordinari successi, per cui presto inizieranno ad essere presentati diversi modelli di smartphone dai due ex-partner. La scissione, in ogni caso, probabilmente non si concluderà prima di gennaio 2012.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web