Arriva la bici che mangia lo smog e ti fa respirare aria pulita

Vuoi pedalare per andare al lavoro, ma hai paura di quello che stai respirando? Sei stufo dello smog che le macchine ti vomitano in faccia mentre si pedala? Lo studio di progettazione Lightfog con sede a Bangkok potrebbe avere la bici per voi, o quantomeno stanno progettando la costruzione di un prototipo presto.La bici che ricicla l'aria inquinata e protegge dallo smog

L’idea di Lightfog per una bicicletta ecologica “Air Purifier” incorpora un filtro dell’aria nel manubrio della bici, filtrando l’inquinamento atmosferico e le emissioni delle macchine e spingendo aria pulita verso il ciclista. Inoltre, la bici produce ossigeno attraverso un processo che imita la fotosintesi, alimentato non dalla vita vegetale, ma da una batteria agli ioni di litio integratao nel telaio della bici.

Il Direttore Creativo di Lightfog, Silawat Virakul, ha detto a Fast Co. Design che voleva “aggiungere più valore ad una bicicletta, aggiungendo la capacità di ridurre l’inquinamento.” E’ un punto giusto, dato che i ciclisti urbani possono soffrire rischi per la salute a forza di respirare le emissioni delle automobili.

Le emissioni inquinanti tipiche di automobili e camion non solo irritano i polmoni e gli occhi, ma possono anche causare irregolarità cardiache, secondo uno studio canadese pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspectives. Ironia della sorte, gli utenti di alcune delle forme di trasporto più rispettose dell’ambiente – autobus e biciclette – possono anche essere quelli più adatti a respirare inquinanti.

Nella nostra era, l’impatto ambientale è diventata una parola d’ordine, stimolando una gran quantità di invenzioni improbabili: Ppensate a benzina, mattoni e cemento con impatto ambientale negativo. (Alcuni di questi riducono l’inquinamento atmosferico locale dell’aria del 45 per cento!)

Derek Markham di Treehugger suggerisce che per avere un effetto significativo sulle emissioni inquinanti, le biciclette di Lightfog avrebbero dovrebbero venire in flotte. Ma con i programmi di ciclismo sponsorizzati dalle città che si estendono attraverso gli Stati Uniti, una flotta di bici a impatto negativo di carbonio nel futuro difficilmente sembra impossibile.

Articolo tradotto per la sezione di tecnologia di PPPP.it dall’originale “http://www.huffingtonpost.com/2013/12/11/pollution-eating-bicycles_n_4427042.html?utm_hp_ref=technology”

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web