Anche il governo cinese nello scandalo sugli operai sfruttati da Foxconn

Che il governo non ne sapesse nulla, era veramente difficile da credere. Vi abbiamo parlato poche ore fa dello scandalo degli studenti reclutati da Foxconn contro la loro volontà per produrre gli iPhone 5.
Purtroppo ora dopo ora i particolari che emergono sono sempre più agghiaccianti. Secondo alcune fonti, il governo sborserebbe 70 euro al mese per questi ragazzi sfruttati.

Anche se le scuole hanno siglato con Foxconn un accordo per un periodo di tirocinio -continua la fonte- non hanno informato né studenti né genitori. Una o due scuole hanno cancellato i programmi di stage con la Foxconn, ma il mio istituto li ha confermati, punendo anche alcuni studenti che si erano opposti”.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web